Paolo e Lorenzo

Siamo in Toscana,

sulle colline che circondano Firenze, a circa 15 chilometri dalla città in direzione sud-ovest, in un abitato di poche case che si chiama Vigliano. Siamo a due passi dalla Chiesa di San Martino alla Palma da una parte e confinanti con il bellissimo Bosco della Roveta dall’altra. Siamo venuti a vivere a Vigliano nel 1978. Siamo nel territorio del Chianti Colli Fiorentini, in terreni straordinariamente vocati alla coltura della vite e dell’olivo. Sassosi, ben esposti ad ovest – sud/ovest, hanno una natura decisamente alcalina ed una composizione molto varia, con una forte presenza calcarea, mista a galestro, sabbia e tracce di argilla sciolta. La pendenza media è notevole, circa del 17%, con punte anche sensibilmente superiori. In estate ed in autunno l’escursione termica giorno-notte é sensibile, così come la presenza di costanti correnti d’aria.

Io e Lorenzo

È il luogo in cui viviamo e siamo cresciuti,

dove fin da piccoli, nonostante le professioni dei nostri genitori, padre medico e mamma infermiera, siamo stati educati ad una vita di campagna, fatta di tante piccole abitudini e ricorrenze che ti conciliano con la natura e ti abituano ai suoi ritmi.
Abbiamo imparato dai tanti contadini della zona che ci “guardavano” durante il giorno, quando la voglia di rimanere a casa, piuttosto che a scuola, era tanta, perché ci si divertiva di più a giocare nel campo con Gino, Dino, Guido, Alfiero, la Renata, la Bruna, la Grazia, Edo, Graziano.
Questo è lo spirito che ci anima e ci guida: tener cura di una Terra e di un Luogo così come i nostri genitori e i nostri contadini, seppur talvolta con visioni e prospettive diverse, ci hanno insegnato.

Ed è per loro, per noi e per chi ci seguirà che abbiamo deciso di non usare prodotti sistemici, pesticidi e concimi organici, piuttosto abbiamo imparato ad osservare una pianta e il suo equilibrio, un terreno e la sua fertilità, a gestirla e rispettarla.
È da lì che veniamo ed è per una Terra viva che vogliamo continuare a fare una buona agricoltura.