In cantina

Prima della raccolta, a seconda delle uve in vigna, dell’annata e degli assaggi in campo impostiamo il nostro lavoro in cantina, che, così come per tutti i vini, si limita a pochissimi limitati interventi e decisioni da prendere:

  • quando vendemmiare e che cosa.
  • separare la provenienza delle uve dei singoli appezzamenti e sub-appezzamenti di vigna per vitigno, per maturazione, per ricchezza e complessità.
  • dove svolgere la fermentazione - vinificazione (cemento, acciaio, bin aperto da 10 q.li uva).
  • quanti giorni di macerazione sulle bucce e relativa data di svinatura (questo si valuta e si decide con gli assaggi giorno giorno durante il periodo di macerazione).
  • dove far terminare la fermentazione alcolica e malolattica – acciao, cemento o legno.
  • quanto tempo far passare in acciaio in cemento o in legno.
  • se botte di legno: quale legno (dimensione, passaggio, tonnellerie, modello della tonnellerie) e per quanto tempo.
  • fare le masse per vitigno, per selezione e per vino.
  • se il vino ci piace e ci convince (non sempre è così!).
  • imbottigliare a mano – con una piccola imbottigliatrice semi automatica e attendere il tempo di affinamento in bottiglia.
  • Svinando

    Svinando

  • Graziano, un compagno di viaggio

    Graziano, un compagno di viaggio

  • Vinificazione

    Vinificazione

  • Rimontaggio

    Rimontaggio

  • Piccole vasche inox

    Piccole vasche inox

  • Pestando l'uva

    Pestando l'uva

  • In cantina

    In cantina

  • Imbottigliato

    Imbottigliato

  • In cantina

    Vasche in cantina

  • Assaggi di vino

    Assaggi di vino

  • Assaggi di vino

    Assaggi di vino

  • In Cantina

    In Cantina

  • Clayver

    Clayver

  • Paolo in vigna

    Paolo in vigna

  • Tonneaux

    Tonneaux

A fondamento di ogni decisione, sia in campo che in cantina, c’è senz’altro una valutazione tecnica e oggettiva, spesso prevale però una componente intuitiva e personale, magari più rischiosa e meno calcolata, ma alla lunga determinante.
Se dovessimo solo ed esclusivamente affidarci alla “tecnica”, non potremmo liberare in quel frutto e in quel vino la sua anima e la sua radice territoriale.